COSA SIGNIFICA BADENYA’

Badenyà nell’idioma Dioula significa fratellanza” ed è il nome che abbiamo scelto per il progetto di solidarietà.



 

I PROMOTORI DEL PROGETTO

Il Progetto Badenyà è promosso dalla Confraternita Misericordia di Scarperia, dall’Istituto Comprensivo G. Chini di Scarperia, dal Movimento Shalom Gruppo Mugello e da Scarperiainpiazza (sito internet) e sostenuto da molte associazioni e cittadini di Scarperia e del Mugello.

Le persone impegnate nel Progetto Badenyà sono tutte volontarie; inoltre, abbiamo due persone burkinabè regolarmente stipendiate che seguono i progetti direttamente a Nouna.

           

 

IL PROGETTO

L’obiettivo del Progetto Badenyà è di stabilire un legame forte e continuo tra le comunità di Scarperia, del Mugello e chiunque voglia sostenere l’iniziativa, ed una precisa comunità di un territorio del Quarto Mondo, con l’impegno di sostenere, nel tempo, progetti ed interventi di aiuto, di solidarietà e di opportunità di sviluppo.

Attraverso un rapporto solidale e duraturo realizziamo progetti di sostegno di varia natura, con la possibilità inoltre di controllare, monitorare e verificare direttamente il risultato di queste iniziative di solidarietà.

La scelta d’intervenire a Nouna nella provincia del Kossi in Burkina Faso è in linea con gli obiettivi che ci poniamo.

 

IL BURKINA FASO E NOUNA

Il Burkina Faso è uno dei cinque paesi più poveri al mondo, dove la metà della popolazione vive sotto la soglia di povertà e non ha accesso all’acqua potabile. Il tasso di analfabetismo supera l’80%. In Burkina Faso due bambini su dieci non arrivano al quinto anno di età, decimati dalla diarrea, dalla malaria, dall’AIDS, dalla meningite e dal colera. La speranza di vita è inferiore ai cinquanta anni di età.

Nouna è un comune situato nel nord ovest del Burkina Faso, vicino al confine con il Mali, ed è il capoluogo della provincia del Kossi, una delle zone più siccitose del paese e di tutto il continente africano.

Gli abitanti del comune sono 70.000, di cui 20.000 nel capoluogo Nouna e gli altri 50.000 dislocati in 59 villaggi, alcuni dei quali distano dal capoluogo anche oltre i 70 chilometri.



CON CHI COLLABORIAMO

Abbiamo stabilito un solido rapporto con tutte le rappresentanze del tessuto sociale di Nouna: amministrazione comunale, comunità religiose, villaggi, associazioni di volontariato e di categoria. Assieme a loro concordiamo e realizziamo direttamente interventi di sostegno e sviluppo sulla base di progetti presentati direttamente da loro.

 

COME LAVORIAMO A NOUNA

La metodologia di lavoro scelta da Badenyà per realizzare i progetti è diretta e trasparente e non prevede alcun passaggio attraverso soggetti terzi. Qualunque organizzazione, associazione o soggetto riconosciuto ufficialmente presente a Nouna può proporre ogni anno dei progetti o microprogetti (limite di spesa 2.000 euro).

La fattibilità e attendibilità dei progetti presentati, inizialmente è valutata da Calvin responsabile del progetto Badenyà a Nouna e dalla sua collaboratrice Geneviève. Per quanto riguarda i progetti relativi alla costruzione di impianti (pozzi, latrine pubbliche, mulini, ecc.) è prevista una quota di compartecipazione non monetaria da parte di coloro che lo hanno presentato. I progetti ritenuti validi sono quindi inviati in Italia per essere esaminati e in seguito approvati.

Tutti i progetti approvati e finanziati sono poi seguiti direttamente sul posto da Calvin e Geneviève sia nella fase di realizzazione sia nella successiva di controllo della corretta gestione.

Geneviève ha la responsabilità di seguire il microcredito, le adozioni a distanza e la contabilità locale. Calvin ha la responsabilità di seguire i progetti riguardanti i pozzi, le latrine pubbliche, i mulini, le aule scolastiche, e i progetti riguardanti i servizi gestiti da associazioni locali, quali la mensa scolastica, il sostegno alle famiglie con malati di AIDS, le foresterie per studenti provenienti dai villaggi, ecc.

 

COME LAVORIAMO NEL MUGELLO

Le attività che ci coinvolgono ogni anno come volontari sono di due tipi:


Raccolta fondi per finanziare tutti i nostri progetti attraverso l’organizzazione d’iniziative quali cene solidali, lotterie, concerti,feste, mercatini, ecc., e la ricerca di sostegno da parte di fondazioni o enti nel finanziare alcuni progetti specifici. Inoltre, è di fondamentale importanza la quota raccolta attraverso i contributi volontari di tanti cittadini e organizzazioni.

 

 

 

 


Sensibilizzazione su argomenti come la solidarietà, il Quarto Mondo, il Burkina Faso – in particolare il territorio di Nouna, il volontariato, i progetti e le attività del Progetto Badenyà, rivolta soprattutto ai giovani attraverso una serie d’incontri con le scuole medie di Scarperia, Barberino di Mugello e Borgo San Lorenzo.