Aiutiamoli a studiare

 

 

I ragazzi dei 60 villaggi del comune di Nouna (che accolgono circa il 75% della popolazione locale) spesso terminano gli studi dopo la frequenza delle scuole elementari. Il motivo principale dell'abbandono è questo: per raggiungere le scuole medie e superiori, presenti solo a Nouna, gli alunni dovrebbero percorrere lunghi tragitti (anche 70 chilometri al giorno) attraversando un territorio privo di strade e di mezzi pubblici. Quindi l’unico modo per proseguire gli studi è legato all’essere accolti da qualche parente presente a Nouna o in qualche altro grande centro, oppure essere accettati in alloggi per studenti (foyers), là dove sono presenti.

A questo proposito, come Progetto Badenyà, fin dal 2009, ci siamo impegnati in questa direzione, con la costruzione di un alloggio  per il foyer dell’associazione “Songtaaba”, proseguendo poi la strada intrapresa con il sostegno al foyer dell’associazione “Bee Ka Denw”; i due foyers – su un totale di quattro presenti a Nouna – ospitano mediamente ogni anno 80 giovani studenti provenienti dai villaggi.

 

Una camera del foyer Songtaaba  

 

Nel 2013 il sostegno è stato soprattutto di carattere economico attraverso il pagamento dell’affitto della casa, delle fatture dell’elettricità e dell’abbonamento annuale alla biblioteca comunale di Nouna, per quanto riguarda l’associazione “Bee Ka Denw”; un corso di perfezionamento – tenutosi quest’anno – per tutti i membri del comitato esecutivo  e l’acquisto di un piccolo pannello fotovoltaico – previsto per il 2014 –  per creare punti luce nelle camere, per quanto riguarda l’associazione “Songtaaba”.

In occasione dell’abituale viaggio annuale a Nouna, incontriamo i ragazzi e i responsabili dei foyers, per discutere con loro e accogliere, per quanto è possibile, le loro richieste. Negli anni abbiamo donato loro 2 computer, derrate alimentari, un pousse-pousse (carretto con bidone per il trasporto dell’acqua potabile), divise sportive e abbigliamento vario.

Tra le due associazioni, quella con la quale abbiamo avuto maggiori contatti è “Bee Ka Denw”.

 

 Il foyer Bee Ka dewn

  

Questa associazione dal 2007 ha creato a Nouna un foyer per i ragazzi provenienti dai villaggi per continuare gli studi, accogliendo tanti giovani. (le richieste sono ogni anno superiori a quelle che la struttura può realmente accogliere). Per propria scelta l’associazione ospita ragazzi orfani o di famiglie particolarmente disagiate, che dimostrano attitudine e interesse allo studio.

Il mantenimento di ogni studente costa annualmente all’associazione 84.000 CFA (128 euro); i genitori pagano una retta di 50.000 CFA (76 euro) più un contributo in natura pari a 12 “tines” di cereali (1 tine = circa 20 kg). 

L’obiettivo dell’associazione è quello di fornire ai ragazzi non solo l’opportunità di proseguire gli studi, ma anche un’occasione di crescita e di maturità. Infatti i ragazzi sono bene inquadrati, dormono e mangiano insieme, ognuno di loro ha un proprio ruolo e una propria responsabilità all’interno dell’organizzazione domestica del foyer. I ragazzi sono poi aiutati da un’équipe di cinque volontari, tra i quali alcuni insegnanti, che li segue nei loro bisogni socio-educativi.

 

 Il foyer Songtaaba costruito da Badenyà nel 2009

 

L’organizzazione del foyer è molto semplice ma improntata a una disciplina piuttosto rigida, con orari e impegni ben precisi, che aiuta i ragazzi a responsabilizzarsi ma anche ad ottenere risultati scolastici più che soddisfacenti (90% di promossi nell’anno scolastico 2011-2012).

Come Progetto Badenyà siamo particolarmente sensibili ai temi legati all’istruzione/educazione dei ragazzi burkinabé (vedi anche sostegno alla biblioteca pubblica e Celpac), perché in noi c’è la ferma convinzione che l’istruzione ricopra un ruolo fondamentale per l’emancipazione e il miglioramento delle condizioni di vita di queste popolazioni dotate di notevoli potenzialità e invece tenute fino adesso ai margini del mondo.

Per ulteriori informazioni è disponibile su You Tube Badenyà il video “l’alloggio per i ragazzi: il foyer Ben Ka Dewn”

 

Una nuova proposta di Badenyà: le borse di studio per aiutare i ragazzi a proseguire negli studi.

 

È per questi motivi che oggi Badenyà propone una nuova iniziativa per aiutare i ragazzi del foyer. La proposta è quella di offrire loro una borsa di studio annuale,  formalmente molto simile a un’adozione a distanza, per coprire parte dei costi scolastici e per garantire anche un sostegno alimentare. Il costo della borsa di studio per ogni anno scolastico ammonta a 75 euro (50.000 CFA) per ogni ragazzo, in particolare 50 euro per le spese scolastiche e 25 euro come sostegno alimentare (sacchi di miglio e/o riso). La borsa di studio dovrebbe possibilmente essere mantenuta fino al termine degli studi secondari, che durano setti anni.

La proposta di Badenyà, intitolata « Aiutiamoli a studiare! », vuole  supportare e incoraggiare il percorso scolastico dei ragazzi alloggiati al foyer, ben inquadrati e seguiti anche dal punto di vista scolastico dall’associazione Bee Ka Denw.

Per ogni ragazzo sostenuto con una borsa di studio, l’associazione garantirà due resoconti annuali sull’andamento scolastico, anche con invio di documenti e/o foto, e la possibilità di una corrispondenza via mail.

 

Come aderire all’iniziativa

E’ sufficiente compilare il modulo sottostante

 

Modalità di pagamento 

Il versamento della quota annua si potrà effettuare attraverso versamento sul C/C postale n°1009680768 intestato al Movimento Shalom Onlus - Progetto Badenyà indicando come causale « Aiutiamoli a studiare! » oppure con  bonifico bancario su C/C postale - Cod. IBAN IT90V0760114000001009680768 intestato a Movimento Shalom Onlus - Progetto Badenyà indicando come causale « Aiutiamoli a studiare! » 

Si ricorda che ogni donazione da privato o impresa, effettuata con bonifico bancario, versamento postale, carta di credito e prepagata, assegno bancario e circolare, è deducibile fiscalmente.

 

Scheda di adesione