Un sostegno dal Fans Club Mugello Nomadi

 

Buongiorno, sono Giuseppe Brazzini.

Nel gennaio 2006, dopo avere abbondantemente superato gli "anta", la mia passione inossidabile per i Nomadi mi ha spinto a fondare qui a Scarperia un Fans Club: il Fans Club Mugello Nomadi.

Siamo una ventina di soci e comprendiamo ormai tre generazioni, dai 20 ai 60 anni; la passione che ci unisce annulla anche le differenze di età.

Oltre naturalmente a seguire i Nomadi nei loro concerti, la nostra attività è indirizzata a mettere in campo tutte quelle iniziative che ci consentono di raccogliere fondi da destinare (come abbiamo detto fin dall'inizio della fondazione del Fans Club) ad aiutare tutte quelle persone che ne hanno bisogno.

Nei primi due anni la raccolta di fondi è avvenuta esclusivamente attraverso pranzi e cene. L'anno scorso abbiamo messo in campo la prima iniziativa di una certa importanza, una mostra dei quadri di Augusto Daolio, lo storico leader dei Nomadi, scomparso prematuramente nel 1992.

 

La mostra si è tenuta presso la Biblioteca Comunale di Vicchio ed ha avuto un discreto successo.

I fondi raccolti sono stati destinati a sostenere l'Associazione “Augusto per la vita” (potrete trovare sul sito di questa associazione notizie sulla sua attività).

A fine 2008 abbiamo quindi registrato un ulteriore avanzo di circa 490 Euro.

Poiché, come abbiamo detto fin dall'inizio della nostra attività l'intenzione è quella di cercare di aiutare chi ha bisogno, ma "non ha né la forza di chiederlo né la possibilità di ottenerlo", e poiché vivendo a Scarperia sono a conoscenza, anche se a grandi linee, della vostra attività, ho proposto nell'ultima assemblea dei soci di destinare questa piccola somma al Progetto Badenyà.

 

Tutti i soci si sono dichiarati d'accordo e questa mattina ho provveduto al versamento tramite bollettino di c.c. postale (che spero vi arrivi entro qualche giorno).

Gradiremmo che questa piccola somma fosse destinata, come prevede una delle iniziative del vostro progetto, all'acquisto di testi per corsi serali di scuola media.

Tutte le iniziative sono meritevoli e bisognose di sostegno, ma combattere l'ignoranza penso sia fra le più importanti.

Concludendo, quindi, esprimo tutto il mio apprezzamento per quello che fate e che continuerete a fare e mi auguro che, prima o poi, una qualche iniziativa ci veda protagonisti insieme.

 

I Nomadi con la loro musica sostengono già tantissime iniziative in tutte le parti del mondo.

Il mio sogno nel cassetto è quello di averli qui a Scarperia per un bellissimo concerto (per raccogliere fondi per il progetto Badenyà?).

Chissà, per ora è un sogno, ma a volte i sogni si realizzano. Io, per ora, continuo a sognare. Ciao.

 

Giuseppe Brazzini

 

Risposta dei promotori del Progetto Badenyà

 

Dire solamente grazie a Giuseppe e i suoi amici  è veramente troppo poco, ma il nostro è un grazie del tutto speciale perché viene dal profondo del cuore, non solo dal nostro ma anche da quello di chi vive di speranza e amicizia come i bambini, le donne e gli uomini di Nouna, i nostri fratelli burkinabè.

I Promotori del Progetto Badenyà.