COME AIUTARCI?

Sei interessato al Progetto Badenyà? Vuoi partecipare ai nostri incontri, vuoi ricevere  periodicamente informazioni o semplicemente vuoi sostenere il progetto?

Compila la scheda sottostante:




COME DONARE?


Le donazioni possono essere effettuate mediante:

-    Versamento sul C/C postale n°1009680768 intestato al Movimento Shalom Onlus  - Progetto Badenyà

-  Bonifico bancario presso C/C postale - Cod. IBAN IT90V0760114000001009680768 intestato a Movimento Shalom Onlus - Progetto Badenyà

Ogni donazione da privato o impresa, effettuata con bonifico bancario, versamento postale, carta di credito e prepagata, assegno bancario e circolare, è deducibile fiscalmente.


Non sono deducibili le offerte in contanti, anche in presenza di una ricevuta rilasciata dall’Onlus.


 


ECCO COME FRUIRE DEI BENEFICI FISCALI CONCESSI DALLA LEGGE

Poiché il MOVIMENTO SHALOM è una ONLUS - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ai sensi dell’articolo 10 comma 1 del D.Lgs. n. 460/97 - il privato o l'impresa che effettuano una donazione possono dedurre la donazione dal reddito (non detrarre che è meno vantaggioso)

Le singole persone fisiche possono dedurre la donazione dal proprio reddito per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato, nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005);

 

Esempio: se una persona con un reddito tra 15 e 28.000 euro,  fa una donazione di 100 euro può recuperare sul fisco 27%, pari a 27 euro. Se invece, il reddito è inferiore a 15.000 euro può recuperare sul fisco il 23%, pari a 23 euro.

Per quanto invece concerne le imprese, è possibile dedurre dal reddito d'impresa complessivo le donazioni a favore delle ONLUS, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14, comma 1 del D. L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).

 



CONSIGLI

In tutti i casi, per fruire delle agevolazioni fiscali concesse dalla legge, è necessario conservare la relativa attestazione di donazione, vale a dire:  

• la ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;

• le note contabili o l'estratto conto emesso dalla banca, in caso di bonifico o RID;

• l'estratto conto della carta di credito emesso dalla società gestore.

Si consiglia, in sede di dichiarazione dei redditi:

-       se non fosse indicato nel versamento volontario che l’associazione è un Onlus, di portare un qualunque documento in cui si possa accertare tale condizioni (volantino, rivista ecc…);

-       di ricordare che in base all’articolo 10 comma 1 del D.Lgs. n. 460/97  che l’onere è deducibile ed anche detraibile. Ma il primo è molto più vantaggioso.