Facciamo il punto sui progetti 2015

Come per tutti gli ultimi anni, anche questa volta i progetti programmati per il 2014 sono stati tutti realizzati.

Finisce un anno e ne comincia un altro, e questo vale anche per i volontari di Badenyà che hanno già cominciato a lavorare definendo i progetti da realizzare nel 2015.

 Alcuni progetti continuativi sono già stati confermati anche per il 2015: i pozzi da riabilitare, l’alloggio degli studenti, l’aiuto ai malati di Aids, il sostegno al CELPAC e alla cooperativa di orticoltori di Bankoumani ed altri ancora. Il 2015 sarà inoltre un anno molto importante per il microcredito. Infatti dopo che Badenyà nel 2014 ha deciso di concedere prestiti solo a coloro che si proponevano di avviare nuove attività lavorative, dovrebbero prendere vita nuovi “atelier”, ovvero nuove “aziende” nel comune di Nouna.

I progetti cosiddetti “annuali” invece richiederanno come sempre un approfondimento ed una verifica sul posto. Quest’anno purtroppo, a causa delle preoccupazioni per Ebola, il viaggio annuale dei volontari di Badenyà a Nouna, che si recavano in Burkina Faso a proprie spese, è saltato. Solo un volontario, Giancarlo, ha deciso di recarsi a Nouna e come tutti gli anni soggiornerà per un periodo minimo di due mesi. Sarà lui pertanto ad analizzare attentamente i progetti annuali che Badenyà ha ritenuto sostenibili. Questo significa che solo al ritorno di Giancarlo, Badenyà potrà effettivamente decidere quali progetti annuali finanziare per il 2015.

Nel frattempo partiranno i lavori per i progetti ormai consolidati e che vengono finanziati da diversi anni, fatta eccezione per uno, cioè quello delle latrine pubbliche, chiamato “Non solo acqua!”.

Un progetto quello delle latrine pubbliche che sta avendo un successo sempre crescente: nel 2014 dieci villaggi hanno richiesto la costruzione di ben 30 latrine pubbliche, che ormai a Nouna chiamano “Le Badenyà”. Proprio l’importanza del progetto, riguardo alla salute della popolazione, ci ha spinti a fare un nuovo passo importante avviando una stretta collaborazione con l’associazione francese “Cap du Developpement” che opera, come noi, nel comune di Nouna.  Ebbene, stiamo procedendo insieme a loro alla definizione di un piano di lavoro triennale (2015-2017) per la costruzione di latrine pubbliche che potrebbe essere finanziata da un importante ente francese. Pertanto,  incrociando le dita, speriamo di potervi dare notizie relative a questo importante intervento, non prima però della prossima estate.

Per il resto continueremo a tenervi informati, attraverso il sito internet, sullo stato di avanzamento dei progetti. Pertanto vi invitiamo a continuare a seguirci, a scriverci ed a sostenerci.

Buon anno 2015 a tutti.